domenica 6 giugno 2010

Raccolti 50 sacchi grandi d’immondizia















«Spiagge pulite», raccolta la spazzatura
Iniziativa delle associazioni ambientaliste

ORTONA. Raccolti 50 sacchi grandi d’immondizia tra l’ambito portuale e Lido Saraceni. E’ il buon risultato conseguito, ieri mattina, da una sessantina di volontari che hanno aderito all’iniziativa «Spiagge pulite per una città più civile». Iniziativa promossa dalle associazioni: Wwf Costa Teatina, Ortona Sub, Abruzzo in Movimento e Colonne d’Ercole. Un appuntamento ormai diventato una tradizione che ha interessato: la spiaggetta storica di Ortona ovvero quella chiamata dello Scalo (dietro il Faro), via Cervana, il corso del ruscello Saraceni adiacente il parcheggio della spiaggia, sotto il ponticello e le scogliere adiacenti il tratto di spiaggia libera. «Sul posto abbiamo trovato di tutto di più», ha raccontato Marco Giangrande, di Abruzzo in Movimento, «questa iniziativa, che ha ricevuto molti consensi, vuole essere da monito alla cittadinanza, affinchè non si sporchino più i luoghi più belli e caratteristici della città che, oltretutto, sono un vanto per tutta la Regione». In riviera, sono stati raccolti i rifiuti portati a riva dal mare come: nasse, reti da pesca, piccoli tronchi, ma anche ben tre televisori, residui di lavorazione edili, svariate bottiglie di plastica e lattine, scatole di latta, salvagenti, pneumatici, polistirolo, tubi di gomma, spranghe di ferro, batterie esauste. Le associazioni ambientaliste annunciano un’altra operazione di civiltà simile a questa in un altro tratto della costa locale, a metà giugno. (l.s.)

Articolo tratto da "Il Centro" del 03 giugno 2010

1 commento:

nonno - enio ha detto...

e 50 altri ne raccoglierete! Tutti i posti oggi giorno son utilizzati, dagli incivili, per buttare immondizia!