mercoledì 3 ottobre 2007

In 2000 contro il Centro Olii ad Ortona




Anche gli attivisti del WWF erano presenti il 23 settembre al corteo contro l'insediamento del Centro Olii dell' Eni. Circa 2000 persone ed oltre 100 trattori delle associazioni agricole hanno dato vita ad una imponente manifestazione forse unica per il nostro territorio.

Ma sembra che tutta questa gente abbia prodotto solo un leggero "prurito" sulla pelle degli amministratori locali, ancora troppo "affezionati" alle royalties, agli interessi personali e a quelli dei costruttori degli impianti petroliferi.
Ancora una volta purtroppo si è evidenziata la profonda crisi che attraversa il mondo politico, cieco ed ottuso, alle rimostranze della gente che rifiuta questo insediamento.
Ancora una volta la maggioranza dei politici decide di non scegliere per una agricoltura di qualità, uno sviluppo turistico della costa eco-sostenibile lontani da insediamenti industriali "insalubri di prima classe" (come dichiarato dalla Asl di Chieti circa la prevista attività dell'Eni).Certo, conforta il fatto che gli enti e le associazioni contrarie a questo insediamento siano: il Consiglio Regionale d' Abruzzo, gli assessori regionali Verticelli e Caramanico, i Comuni di Tollo, Miglianico, Crecchio, S.G. Teatino, Francavilla, Legambiente, WWF, Archeoclub, oltre 30 stabilimenti balneari, campeggi e ristoratori della zona, Coldiretti, CIA, Confagricoltura, Confcooperative, Lega Confocooperative, Città del vino (40 comuni abruzzesi), Rifondazione Comunista, Verdi, DS, PdCI, SDI, Italia dei Valori, AN, LA Destra, Movimento Comunità, Forza Nuova, Fiamma Tricolore, MIS con Rauti, Comitato Punta Ortona, Coordinamento per la Tutela della Costa Teatina, Mare Libero, CCDD Tollo, Confcommercio, Confesercenti e tutte le cantine sociali e le cooperative vinicole del comprensorio.Continueremo a seguire la vicenda assieme agli amici del Coordinamento per la Tutela della Costa Teatina e del Comitato Natura Verde di Ortona.
Posted by claudall

GUARDA IL BLOG DI MARCO GIANGRANDE

GUARDA IL BLOG DI MAURO VANNI

GUARDA IL QUOTIDIANO ONLINE PRIMADANOI.IT

1 commento:

Selma ha detto...

Well written article.